Lavorare in Malesia – E il fisco italiano?

This topic contains 6 replies, has 4 voices, and was last updated by  demonkogura 4 years, 9 months ago.

#1866

Ciao a tutti!

Scrivo per la prima volta a pochi mesi dal mio arrivo in Malesia. Sto cercando di farmi un’idea di come regolarmi con il Fisco italiano e magari qualcuno qui puoi darmi una mano…

Sostanzialmente lavorero’ in Malesia a turni di 6 settimane di lavoro seguite da 6 di riposo durante le quali rientrero’ in Italia. Passero’ comunque meno di 182 giorni in Italia. La retribuzione proverra’ dal Canada. Volevo iscrivermi all’AIRE attraverso il consolato di Kuala Lumpur.

Come dovro’ regolarmi con il Fisco italiano? Avro’ un datore di lavoro estero, lavorando all’estero e percependo uno stipendio su un conto estero (offshore?). Ci sono altri in simili condizioni rispetto a quella del sottoscritto?

E gia’ che ci siamo, ci sono frequentatori del forum/sito che risiedono a Miri? sara’ li’ che lavorero’…

Grazie a tutti dell’aiuto e dei consigli!

CIAO!
Lorenzo

#2576

Ciao Lorenzo e benvenuto

L’Italia ha firmato trattati che evitano la doppia imposizione fiscale se si è residenti all’estero e i propri introiti provengono dall’estero; nel secondo caso questo dovrebbe essere ulteriormente confermato, come scrivi anche te, se vivi più di 180 giorni fuori dall’Italia.

Puoi ottenere la residenza in Malesia solo se hai un permesso di residenza (studentesco, lavorativo, permanent resident o malaysia second home). Altrimenti non puoi avere l’iscrizione all’AIRE qui.

Se però sei residente all’estero e il tuo datore di lavoro è straniero, non vedo come possa interessare al fisco italiano, proprio in virtù delle convenzioni a cui accennavo prima; le tasse le paghi nel paese dove sei residente e percepisci un reddito.

Magari ne riparleremo da vicino dopo che ti trasferirai. E’ sicuramente un tema che interessa molte persone e sarebbe utile avere un quadro chiaro e completo all’interno della nebulosa legislazione italiana.

Spero di incontrarti quando arriverai da queste parti.

In bocca al lupo!

Fulvio

#2580

Ciao Fulvio,

Grazie della risposta!

Per il momento mi è stato rilasciato un Multiple Entry Visa – VISIT PASS (Temporary Employment) valido 6 mesi, al quale seguirà quello valido per 12. L’azienda canadese che mi pagherà lo stipendio provvederà anche al pagamento delle tasse in Malesia per conto del sottoscritto, dandomi certificazione dell’avvenuto pagamento delle stesse. La mia dimora durante i turni in Malesia sarà un albergo che mi potrà rilasciare una dichiarazione a riguardo.
Tanti miei colleghi non italiani non hanno bisogno di altro per essere esentasse nel loro paese di provenienza, purtroppo il Fisco italiano sa essere meschino, per questo voglio mettere le mani avanti prima di compiere qualche errore che pagherò caro in futuro.

La mia prossima a KL sarà quando dovrò andare al Consolato per la richiesta di iscrizione AIRE, non mancherò di comunicartelo!

L.

#2590

ok speriamo di vederci quando sarai qui per un caffé :)

#7760

Ciao Fulviokan, cercavo informazioni sulla Malesia ed è spuntato il tuo forum, interessante e completo, complimenti.
Dovrei venire a lavorare in Malesia da quest’estate, per sei anni. La mia ditta ha sede in Italia ma ha aperto circa tre anni addietro una propria società con sede in Malesia.
A dicembre sono iniziate le trattative per il mio trasferimento e la contabile della ditta mi ha proposto due soluzioni: pagamento dello stipendio e benefit dalla sede italiana oppure essere dipendente della sede estera con stipendio pagato da quest’ultima.
Ho letto su altri forum che quanto lascio in Italia, proprietà o titoli, sono assoggettati alla tassazione italiana…questo mi è chiaro. Non mi è chiaro invece quanto attiene alla busta paga, ai contributi previdenziali ed all’eventuale assunzione da parte della sede estera. Non sono preoccupato tanto per i ricavi quanto ai rischi di doppia tassazione, eventuale riassunzione nella ditta italiana al rientro ed in generale quanto sia la tassazione in Malesia. Grazie per l’attenzione. A presto!

#7761

Dal momento che ti hanno offerto l’opzione di figurare come dipendente della sede italiana, a meno che tu non debba rimanere davvero a lungo in Malesia forse puoi risparmiarti magagne burocratiche e lasciare tutto com’è. In alternativa iscriviti all’AIRE dichiare redditi prodotti all’estero e senti il commercialista per il tuo ritorno in Italia poi – trattandosi della stessa ditta. Ciao e in bocca al lupo

#7762

Grazie per la risposta, Fulvio. Resto in Malesia per almeno sei anni quindi nel bene e nel male è una decisione da ponderare con cautela. Ho visto che in Malesia la tassazione massima arriva al 26% mentre in Italia siamo oramai abbondantemente oltre il 45%…sigh! Beh, faccio un giro dal commercialista e provo a contattare quelli dell’AIRE e/o Consolato. Se ho qualche consiglio/notizia utile da condividere mi faccio vivo!!
A presto e grazie.