Lavoro a KK

This topic contains 2 replies, has 2 voices, and was last updated by  babby11 6 years, 7 months ago.

#1823

Buongiorno a tutti,

innanzi tutto complimenti per la gestione del sito.
Come da topic sarei interessato a ricevere alcune informazioni per quanto riguarda il lavoro in Malesya e sopratutto sul rischio di essere “beccati” a lavorare in nero.
Nel mio caso, ho ricevuto una proposta di lavoro presso un tour operator a Kota Kinabalu, con inizio proprio a fine di questo mese. Mi è stato proposto un accordo, per 6 mesi (accordo in quanto non ci sarà alcun contratto iniziale, quindi lavoro in nero), a 2500 Ringgit + vitto e rimborso biglietto aereo dopo 6 mesi (dopo tre mesi mi verrà fatto fare un night and go nel sultano dei Brunei, così da poter rinnovare per altri 3 mesi il visto).
Il lavoro dovrebbe svolgersi principalmente in ufficio con qualche uscita per accompagnare i turisti a visitare alcuni luoghi di interesse.
Se il periodo di prova dovesse andare bene per entrambe le parti mi verrà aumentato lo stipendio e sopratutto mi verrà fatto un contratto in regola + assicurazione sanitaria per 2 anni.
Premetto che purtroppo non sono mai stato di persona in Malesia e quindi non so bene come è realmente la situazione con le forze dell’ordine locali, ho letto però che sono molto severi addirittura applicano pene di morte per pene da noi considerate minori (es:. spaccio oppure detenzione di armi illegali) e applicano inoltre pene corporali come frustate e non si fanno molti problemi a schiaffarti in galera.
Ho quindi contattato la persona che mi offre lavoro in Malesia (è un italiano) e mi ha fatto sapere che sul visto di ingresso dovrò mettere turismo e non lavoro, e che durante le eventuali visite sarò accompagnato da una guida locale (penso con regolare permesso).
La domanda è quindi: – Se mi dovessero beccare mettiamo in ufficio durante un controllo che lavoro in nero, quali sarebbero le conseguenze?-.
Vorrei quindi, capire a cosa andrei in conto, in modo da poter intraprendere questa esperienza con spirito positivo e non stando tutto il tempo in pena e preoccupato per quello che potrebbe succedere.

Vi ringrazio a tutti

Ciao Phil

#2486

Phil ha detto:
Buongiorno a tutti,

innanzi tutto complimenti per la gestione del sito.
Come da topic sarei interessato a ricevere alcune informazioni per quanto riguarda il lavoro in Malesya e sopratutto sul rischio di essere “beccati” a lavorare in nero.
Nel mio caso, ho ricevuto una proposta di lavoro presso un tour operator a Kota Kinabalu, con inizio proprio a fine di questo mese. Mi è stato proposto un accordo, per 6 mesi (accordo in quanto non ci sarà alcun contratto iniziale, quindi lavoro in nero), a 2500 Ringgit + alloggio e rimborso biglietto aereo dopo 6 mesi (dopo tre mesi mi verrà fatto fare un night and go nel sultano dei Brunei, così da poter rinnovare per altri 3 mesi il visto).
Il lavoro dovrebbe svolgersi principalmente in ufficio con qualche uscita per accompagnare i turisti a visitare alcuni luoghi di interesse.
Se il periodo di prova dovesse andare bene per entrambe le parti mi verrà aumentato lo stipendio e sopratutto mi verrà fatto un contratto in regola + assicurazione sanitaria per 2 anni.
Premetto che purtroppo non sono mai stato di persona in Malesia e quindi non so bene come è realmente la situazione con le forze dell’ordine locali, ho letto però che sono molto severi addirittura applicano pene di morte per pene da noi considerate minori (es:. spaccio oppure detenzione di armi illegali) e applicano inoltre pene corporali come frustate e non si fanno molti problemi a schiaffarti in galera.
Ho quindi contattato la persona che mi offre lavoro in Malesia (è un italiano) e mi ha fatto sapere che sul visto di ingresso dovrò mettere turismo e non lavoro, e che durante le eventuali visite sarò accompagnato da una guida locale (penso con regolare permesso).
La domanda è quindi: – Se mi dovessero beccare mettiamo in ufficio durante un controllo che lavoro in nero, quali sarebbero le conseguenze?-.
Vorrei quindi, capire a cosa andrei in conto, in modo da poter intraprendere questa esperienza con spirito positivo e non stando tutto il tempo in pena e preoccupato per quello che potrebbe succedere.

Vi ringrazio a tutti

Ciao Phil

#2493

ciao
dunque, io sono a KK da 5 anni, mi occupo di ristorazione.
Devo dirti subito che lavorare in nero in Malesia e’ estremamente rischioso, e’ previsto l’arresto con pene fino a 5 anni. NO per spabventarti, ma purtroppo e’ la realta’. Esiste, tuttavia, molta corruzione generalizzata, ed alla fine e’ quasi sempre una questione di denaro. Comunque ti consiglio di lavorare con un regolare permesso di lavoro che devi richiedere alla ditta o compagnia che ti assume, lo possono fare semplicemente e’ solo una questione di un paio di centinaia di Euro! per fare la guida c’e’ bisogno di regolare licenze o permesso
ciao e grazie