Malesia in Febbraio

This topic contains 3 replies, has 2 voices, and was last updated by Profile photo of Fulvio Fulvio 4 years, 6 months ago.

#7763

Ciao a tutti,complimenti per il sito che mi è servito molto per avere alcune delle informazioni che mi interessavano per il mio viaggio.Dal 9 al 26 di Febbraio andrò in Malesia con la mia ragazza,quello che ci interessava era unire il mare e le belle spiagge a qualche giro “a caso” in alcune città,tenendo presente che siamo un pò allergici a gite o tour organizzati e ci piace girare per i fatti nostri e scoprire angoli nascosti piuttosto che seguire percorsi o tour già stabiliti da guide varie.l’itinerario che abbiamo deciso è piu o meno questo:
dal 10 al 12 Kuala Lumpur
13 partenza in bus per Penang,per visitare Georgetown e magari fare un primo assaggio di mare(Batu Ferringhi?)
dal 13 al 16 Penang
16 partenza per Langkawi(mi consigliate barca o bus?)
dal 16 al 20 Langkawi
20 partenza per Ko Lipe in barca
dal 20 al 25 Ko Lipe
25 o addirittura 26 si torna a Langkawi e si prende un AsiaAir per KL(devo ancora verificare gli orari)
26 si torna a casa(in realtà torna solo la mia ragazza visto che io poi prendo un AsiaAir per un mese in solitaria in Nepal)
Cosa dite ,è fattibile?Troppe cose in poco tempo?Qualche consiglio?e ultima cosa,visto che sono allergico a prenotare in anticipo perchè mi piace decidere sul posto,immagino che non dovrebbero esserci problemi a prenotare guesthouse o bungalow carini sulle spiagge direttamente sul posto,o mi sbaglio?Grazie per le risposte

#7764

Ciao,

a parte qualche appunto direi che è un buon giro (peccato che ti perdi Malacca, ma non ci sarebbe tempo in tour autonomo secondo me) – occhio che capiti nel periodo del Capodanno Cinese, potresti trovare strutture piene visto che la Malesia ha un certo turismo interno… Il capodanno cade attorno al 10 se non erro, quindi dipende un po’ la situazione nei giorni seguenti…

Fare tutto da sé va bene quando hai molto tempo a disposizione altrimenti piuttosto che scoprire “angoli nascosti”, vai con l’attitudine sì di avere il gusto dell’essere solo e di prendere il posto per come ti appare davanti agli occhi, affidandosi al caso, che può essere pur bello; ma anche di essere consapevole di perdersi sicuramente molte cose – anche quelle niente affatto “nascoste” – data la mancanza di tempo e la minore conoscenza del posto, che non può essere acquisita solo leggendo. Ecco perché sono giunto alla conclusione che tutto sommato siamo sempre un po’ “turisti” prima che viaggiatori.

Tanto per dire, partire da Kuala Lumpur e vedersi bene Georgetown in un solo giorno è assolutamente da escludere… ci vogliono 5-6 ore da KL a Penang in bus, poi perderai un po’ di tempo a cercare un alloggio e orientarti, dovrai pur riposare un attimo. Inoltre molti bus che vanno a Penang arrivano lontano da Georgetown, devi sapere quali prendere per farti portare al molo e poi prendere il traghetto – se fai un itinerario autonomo questa è la scelta migliore.

Vero ti rimangono 3 giorni a Penang, che per vedere l’isola vanno bene, però secondo me non escludere del tutto di affidarti a qualche guida – Georgetown o Kuala Lumpur sono grandicelle, così come lo è Penang. La mia conclusione è che non è una cosa malvagia affidarsi a qualcuno del posto per viaggiare, specie se non si ha molto tempo a disposizione. Dipende a chi ti affidi, alcune non sono così rigide e puoi dirgli dove vuoi essere portato o cosa ti interessa o se sei alla ricerca di qualcosa; una persona del posto può darti anche un’esperienza diretta con un abitante che ti mostra il suo punto di vista sulle cose che vedete, ecc.

Buon viaggio!

#7769

Ciao Fulvio,grazie della risposta,certamente su alcune cose ti do ragione,organizzarsi all’ultimo momento e a caso come piace a noi ha cose negative ma credo che le cose positive siano in maggioranza.sarà perchè lavoriamo sia io che la mia ragazza molto con la gente e non sto a dirti cosa ma fidati che quando andiamo in vacanza ci piace starcene per i fatti nostri piuttosto che con milioni di persone con macchine fotografiche e bambini urlanti al seguito e sopratutto con uno che ti dice come spesso è capitato,andiamo la(e tutti la) ora si mangia qui (e tutti a mangiare nel posto convenzionato) ora guardiamo il coccodrillo(morto)l’abbiamo provato ma proprio non riusciamo,per dirti,in Thailandia ci siamo trovati benissimo proprio per il fatto che sono organizzati molto bene e da una sera all’altra puoi decidere dove andare che pensano tutto loro,poi magari mentre sei in viaggio ti arriva un tizio con un catalogo con le foto delle guesthouse del posto e le foto a prezzi stracciati e puoi gia metterti avanti o il conducente di tuk tuko di taxicheinbase a cosa vuoi e a quanto vuoi spendere ti fa vedere alcuni posti.Ovvio che alcune volte per il caso ci è toccato dormire in posti dispendiosi perchè non si trovava altro di economico ma fa tutto parte del gioco,ci si gode l’hotel extra lusso quando magari il giorno prima dormivi in un bungalow sulla spiaggia con geki che ti entravano da ogni parte.Comunque prima di partire un occhiata ad alcuni nomi di posti dove andare la do ,in modo da sapere in linea di massima dove andare(anche perchè la ragazza è sempre pronta a stressare quando qualcosa non va….sai come sono fatte….si dice croce e delizia ma tantè…)Ricordoancora quando a Phi Phi il barcaiolo che ci fece da guida 2 giorni ci obbligò ad andare a maya bay proprio alle 06:00 del mattino per evitare le mille barche piene di giappo urlanti che cominciavano ad arrivare dalle 09:00,queste sono le guide che ci piacciono ed infatti fu bellissimo.Cmq,credo tu abbia capito come pace a noi la vacanza^^hai qualche suggerimento per hotel puliti,abbastanza economici e in zona centrale e tranquilla a kl?o al limite qualche ristorantino carino e romantico sempre in zona centrale?grazie della risposta e ciao

#7770

Ciao Maso,

in effetti io intendevo più o meno le stesse cose, cioè che persone sul posto alla fine possono aiutarti proprio con quello che dici tu, basta dirglielo quello che vuoi. Spesso comunque sono le stesse che portano in giro anche i gruppi, alla fine si adattano a seconda delle persone. Anche perché non mi riferivo ora ai tour di gruppo, non vuol dire quello per forza.

Oggigiorno anche in Asia secondo me è più difficile trovare luoghi veramente originali in poco tempo. A volte qualcosa la vedi andando giusto alle spalle dei luoghi più visitati. Tipo le stradine intorno a Chinatown a Kuala Lumpur, puoi “vederci” qualcosa. Sempre qui potresti andare al mercato di Chow Kit (occhio a fotocamere e borsello comunque). Oppure alle spalle di Brickfields, dietro la monorail, ci sono alcuni templi, chiese coloniali, un monastero buddhista. A Penang… la Little India a me piace, ho sempre mangiato bene da Woodlands ogni volta che mi ci fermo. A George Town puoi andare al Pasar Chowrasta (c’è una scheda sul sito come per altre cose che ti sto menzionando). Se vuoi spendere poco e ti accontenti puoi andare a Love Lane gli ostellini per backpackers sono tutti lì, più o meno si equivalgono. Per Kuala Lumpur se stiamo parlando di ostelli la qualità è un po’ bassina, in ogni caso Chinatown o Tengkat Tong Shin (zona Bukit Bintang alle spalle di Jalan Alor). Se vuoi spendere qualcosa in più vai al Rainforest in Jln Nagasari sempre a Bukit Bintang.
Ciao