Bako National Park, Mangrove area

foto © 2012
Bako National Park, jungle trekking

foto © 2012
Bako National Park, Scimmia nasica

Una scimmia dal naso lungo in Sarawak

foto © 2013
Bako National Park, nepenthes plant

foto © 2012
Bako National Park, beach

foto © 2012
Bako National Park, limestone formation

foto © 2012
Bako National Park, on top of the hill

foto © 2012
Bako National Park, fungus

foto © 2012
Il Santubong visto dalla baia di Buntal

Il monte del Sarawak visto durante un'escursione a Bako

foto © 2013
Bako National Park, coastal area

foto © 2012

Il Bako National Park è stato inaugurato nel 1957 ed è il più antico parco nazionale del Sarawak.

Il parco prende il nome da Bako, un villaggio di pescatori situato a circa 40 Km a nord di Kuching (30 minuti circa di macchina).

Si estende su una superficie di 27,27 chilometri quadrati, il che lo qualifica come il parco più piccolo del Borneo.

Caratteristiche

Il parco nazionale, nei suoi 2.727 ettari possiede quasi ogni tipo di vegetazione tipica del Borneo: ben 25 diverse forme di ambiente floristico-vegetazionale sono presenti, tra cui quello marittimo, scogliera, mangrovie, foresta di diptero-carpi, palude e foresta pluviale.

La pianta più ambita da tutti i visitatori è la carnivora ”Nepenthes”, che nel parco esiste di diverse dimensioni e forme.

Per gli amanti degli animali selvaggi, Bako è l’unico parco vicino a Kuching che permetta di avvistare animali nel loro ambiente naturale – nel percorso faunistico sono presenti specie differenti, tutte molto diffidenti e con il divieto di dar loro alcun cibo.

I momenti migliori per gli avvistamenti di fauna selvatica sono subito dopo l’alba e poco prima del tramonto, quando gli animali sono nella loro fase più attiva della giornata.

Si hanno maggiori probabilità di avvistare la fauna locale passeggiando nei sentieri in piccoli gruppi, a passo lento e in silenzio.

Gli animali in cui ci si può imbattere sono le scimmie nasiche, macachi dalla coda corta e lunga, la scimmia langur argentata, varani, cinghiali, scoiattoli.

Più difficili saranno da vedere gli animali notturni come lo scoiattolo volante, il pangolino, il tarsio, il cervo-topo, lo slow loris e l’orso gatto.

Comunque tutto dipende sempre dalla propria fortuna ed in parte anche dal clima e dall’ orario di visita.

Un’ attenzione particolare va data ai macachi in quanto si muovono in branco e non si spaventano per nulla quando incrociano con i visitatori; si consiglia pertanto di comportarsi restando in sicurezza (ad esempio non offrigli del cibo). In contrasto con i macachi indisciplinati, la scimmia argentata, meglio conosciuta con il termine di ”silver langur” è una creatura docile e attraente. Gli adulti hanno una pelliccia grigio-argento e una cresta in testa, motivo per cui la gente del posto le ha soprannominate ‘David Beckham’.

Naturalmente la star del parco è la scimmia nasica. L’esemplare maschio ha questo naso molto pronunciato che gli serve ad emettere un suono particolare per attrarre le femmine. Nel parco ci sono circa 150 esemplari, si tratta di una specie di scimmia endemica del Borneo.

Il peso che può raggiungere un esemplare adulto è in media di 20 kg. Sia il maschio e la femmina hanno una pelliccia rossastra e una coda bianca. Amano stare tra le mangrovie in quanto si nutrono delle loro foglie, germogli e frutti.

Per gli amanti di uccelli e quindi di bird watching Bako è casa di circa 150 specie diverse, mentre chi ama i rettili non devono assolutamente perdersi l’occasione di vedere l’asiatica vipera verde ”Asian pitviper“.

Il parco ha 16 sentieri di diverse difficoltà e lunghezza nella giungla, il tutto per cercare di venire incontro alle necessità dei visitatori.

Per chi non alloggia presso il parco i percorso consigliabili sono quelli corti in quanto bisogna lasciare il parco prima della bassa marea che inizia nel pomeriggio.

Non dimenticatevi mai del fattore climatico, un km di trekking e più che sufficiente. Tenete presente che in giorni di sole la temperatura può raggiungere i 33 gradi sotto l’ombra durante il giorno con un’umidità media del 70%.

Da novembre fino ad aprile, la pioggia dei monsoni potrebbe rovinare i piani per una escursione nel parco.

Le attività che si possono fare non sono solo trekking ma anche bird watching, nuoto ed escursioni con le barche.

Si consiglia di indossare scarpe da trekking o da ginnastica, portare un impermeabile, torcia se si decide di alloggiare nel parco e spray anti-zanzare.

All’interno del parco esistono dei semplici alloggi. Si tratta di lodge e bungalow che offrono servizi minimi. Sono alloggi adatti al tipo di viaggiatore che non necessità di molti comfort.

Collegamenti

Il parco si trova a circa 40 km di strada a nord di Kuching e giunti al villaggio di Bako (Kampung Bako) bisogna continuare il tragitto in barca per altri 20 minuti. Coloro intenzionati a visitare il parco tengano presente che necessita di un intero giorno la visita.

Ti potrebbe interessare
Discussione