di
49103453_10156909399917208_8637412758217818112_n

Numerosi sono i personaggi famosi nel mondo intero di cui non sappiamo nulla.

In Malesia ad esempio, ci sono personalità famose nel mondo dello sport, della moda o ancora del cinema che certamente conoscete tutti (o gran parte) ma che prima di leggere questo articolo non sapevate che erano nati in Malesia.

Continua a leggere
di
fullsizeoutput_122d

Questo articolo ha per obiettivo di parlare della mia esperienza in Malesia come vegetariana, dopo averci vissuto per sei mesi – e la facilità di trovare del cibo vegetariano nel paese.

Prima di tutto, una piccola presentazione: mi chiamo Solène e sono vegetariana da sette anni. Durante i miei diversi viaggi,  sia in Europa che nel resto del mondo, sono rimasta alcune volte delusa nel vedere che non tutti paesi propongono alternative vegetariane. Per me, il cibo occupa una grande parte nella scoperta di un nuovo paese, della sua cultura e delle abitudini locali.

È vero che i vegetariani sono sempre più numerosi in questi ultimi anni, siamo in un’epoca in cui  mangiare più sano e in modo responsabile ha una grande importanza e di conseguenza numerosi ristoranti aprono un po’ dapertutto per rispondere a questa nuova domanda. In questo articolo, parlerò ovviamente dei ristoranti green & healthy che ho provato durante il mio soggiorno ma sopratutto della ricchezza culturale della Malesia, paese multietnico dove i buddisti, principalmente vegetariani, rappresentano una grande parte.

La Malesia, un paese multietnico

La Malesia è un giovane paese che ha celebrato 61 anni di indipendenza nel 2018. Il paese come lo conosciamo oggi è il risultato di numerose guerre di conquista per ottenere l’indipendenza. La Malesia, come molti altri, fu sottomessa durante numerosi anni alle regole dei coloni. I portoghesi sono stati i primi a mettere piede sul territorio, attratti dal commercio di spezie. Sono rimasti lì per più di un secolo, per poi essere cacciati via dagli olandesi e dagli inglesi.

Furono soprattutto gli inglesi che, bisognosi di manodopera, fecero arrivare in massa nel paese cinesi e indiani. Questo spiega la diversità culturale osservabile oggi in Malesia. La seconda guerra mondiale diffuse il desiderio di libertà in Malesia, mentre i giapponesi invadevano il territorio. La Federazione della Malesia ottenne l’indipendenza nel 1957.

Per me, spiegare la storia di questo paese multietnico è molto importante perché spiega la sua  tolleranza che vediamo oggi. Grazie alla sua storia, il paese è abitato da malay, indiani, Orang Asli (la popolazione originaria aborigena)  e cinesi, tutti cittadini malesi. Diverse etnie significa anche diverse religioni:  la religione principale è l’islam, ma il buddismo , cristianesimo e induismo sono religioni attive e parte importante della cultura del paese, e feste nazionali per tutta la Malesia le loro celebrazioni religiose.

Due giorni dopo il mio arrivo, i miei colleghi  mi portarono ad un tempio a due minuti dell’ufficio per celebrare una festa buddista. Mi spiegarono che in Malesia, tutti sono sempre benvenuti a festeggiare. Al nostro arrivo, vedo subito un bel buffet vegetariano e capisco che il mio soggiorno non sarà un problema per quanto riguarda il cibo. Qualche settimana dopo, ho vissuto un’altra esperienza simile.

Continua a leggere
di
borneo-rainforest-lodge

Utilizzate in medicina sin dall’antichità, le sanguisughe sono oggi diventate fonte di disgusto e paura.

In questo articolo vi spiegheremo la storia affascinante di questo piccolo invertebrato.

Storia

La sanguisuga è conosciuta dappertutto sin dall’antichità per i suoi morsi dai numerosi vantaggi.

Ippocrate, padre della medicina, è stato il primo a promuovere l’uso delle sanguisughe attraverso la sua teoria degli umori. All’epoca, secondo lui, il ruolo della sanguisuga è di aspirare il male che esiste nel nostro sangue per ristabilire l’umore salutare degli uomini.

Nel Medioevo, la sanguisuga diventa ancora di più popolare tanto tra i re ed i nobili che per i contadini, che le trovano facilmente nei fiumi.

Nel diciannovesimo secolo, la sanguisuga conosce il suo momento di gloria grazie al dottore francese François Broussais.

Costui era dell’opinione che  tutti i mali conosciuti sono provocati da un infiammazione del tratto intestinale. Nella sua teoria, Broussais spiega che l’unica soluzione per curare le malattie è di succhiare il sangue dal corpo. Da questo momento, in tutto il mondo, la richiesta di sanguisughe esplode, al punto che tutte le farmacie avevano un contenitore pieno di sanguisughe.

 

Le sue numerose virtù

Per capire perché la sanguisuga era così popolare per un periodo così lungo bisogna conoscere meglio le sue virtù.

Per cominciare, la sanguisuga ha una saliva unica, dalle proprietà che potremmo definire  miracolose.

Come spiegato prima, nonostante  la sanguisuga sia stata utilizzata in medicina sin dall’antichità, bisogna aspettare la fine del diciannovesimo secolo per comprendere il suo vero beneficio terapeutico. In realtà, il morso della sanguisuga inietta nel paziente la propria saliva contenente diverse sostanze dalle proprietà antibiotiche, anticoagulanti, cicatrizzanti.

La medicina praticata attraverso le sanguisughe viene chiamata Hurido Medicinalis ed è ancora oggi utilizzata in alcuni paesi come la Russia o l’India.

Esistono più di seicento specie di sanguisuga, ma solamente  quindici vengono utilizzate a scopi medicinali.

Sanguisuga in Malesia

Durante il vostro soggiorno in Malesia, troverete sanguisughe durante le vostre escursioni in mezzo alla natura.

Che sia nel nel parco nazionale del Taman Negara o del Royal Belum, numerosi sono i viaggiatori ad avere incontrato sanguisughe affamate, principalmente durante la stagione delle piogge.. In realtà, questo articolo si pone l’obiettivo di far capire come la sanguisuga non sia un animale pericoloso come potremmo immaginarci, bensì con una lunga storia a livello medico.

Se morsicati da una di loro, bisogna solo stare tranquilli e rimuoverla con calma !

 

 

Continua a leggere
di
fullsizeoutput_b1c

Quando lavoriamo nel settore del turismo, una delle prime cose che impariamo è che esistono diversi profili di turisti e tutti con aspettative diverse.

In questo contesto, la Malesia rappresenta una destinazione ideale, per soddisfare sia gli amanti di vacanze rilassanti, naturalistiche o culturali.

In questo articolo, parleremo di quest’ultima categoria di viaggiatore (i puristi culturali) e cosa la Malesia può offrirgli.

Malacca

La città di Malacca o Melaka in malese, rappresenta uno dei più importanti siti storici del paese. Il suo centro storico è stato riconosciuto patrimonio mondiale DALL’UNESCO nel 2008.

Nel corso della storia, diverse potenze coloniali si sono succedute nella città: portoghesi, olandesi e infine gli inglesi, hanno tutti lasciato la loro impronta.

Visitare Malacca rappresenta oggi un vero viaggio nel tempo che vi porterà alla scoperta di un’incredibile storia. Cominciando con la visita dalla piazza olandese Stadhuys e la sua chiesa di San Pietro prima di salire sulla collina di San Paolo dove giacciono le rovine dell’omonima chiesa e proseguire poi verso la Porta di Santiago, ultimo bastione rimasto dell’antica fortezza portoghese  “A Famosa” distrutta dagli Inglesi.

  

La città è stata anche una delle basi dell’ammiraglio cinese Zheng He, e fu uno dei primi siti del Sud Est Asiatico ad avere una popolazione immigrata cinese, che ha poi dato origine alla cultura locale peranakan o baba nyonya che rappresenta una fusione etnica, linguistica, religiosa e culturale tra la Cina e la Malesia.

I “baba” sono gli uomini e le “Nyonya”, le donne. Malacca è uno dei luoghi più rappresentativi di questa cultura unica.

Per lungo tempo la città è stato il passaggio marittimo più frequentato al mondo, lo stretto che porta ancora oggi il nome di Stretto di Malacca  aveva un importantissimo ruolo nel controllo dei traffici commerciali fino allo sviluppo di Singapore.

 

Continua a leggere
di
11174262_1418117708506489_7925002422968770662_o

Ristorante Kuala Lumpur

Voglia di provare alcuni ristoranti straordinari durante il vostro soggiorno a Kuala Lumpur ?

Questo articolo vi aiuterà a scegliere quello più unico secondo le vostre esigenze ! Qualunque ristorante sceglierete, sarete sicuri di vivere un’esperienza unica ed indimenticabile !

Dining in the Dark KL

Questo ristorante, situato nel centro della città a Bukit Bintang, vi aspetta per un’esperienza gustativa indimenticabile !

Non vi siete mai chiesti come vivono i non-vedenti? Cenando a Dining in the Dark capirete in una serata come si vive senza vista. Un solo obiettivo: concentrarsi sul gusto del cibo ! Lo chef Werner vi propone ogni sera un menù a sorpresa di quattro portate.

Che sia con amici o per una serata romantica, Dining in the Dark KL è il ristorante perfetto!

Dinner in the Sky Malaysia

Avete mai mangiato sospesi a 50 metri d’altezza?

È quello che vi propone questo ristorante unico nel sud-est asiatico ! Un’ esperienza di un’ora proprio nel centro di Kuala Lumpur per avere una vista indimenticabile su tutta la città e le sue famose torri gemelli Petronas. Lo chef propone une scelta di tre menù di tre portate ciascuno. Questa cena rimarrà senza dubbio un ricordo indimenticabile!

Plane in the City

Chi l’ha detto che non si mangia bene negli aerei?

Plane in the city propone un’esperienza di un’ora e mezza in cui ci si imbarcherà su un Boeing 737 per il tempo di una cena, incluso un visita della cabina di pilotaggio prima di camminare sulle ali dell’aereo. Senza dimenticare la cena preparata dall’hotel cinque stelle Le Meridien Kuala Lumpur.

Ovviamente, i passeggeri del volo potranno scegliere tra un menu economy, business e first class !

Continua a leggere
di
Manora - Danza del Kelantan

Questo articolo condivide con voi 10 scatti del fotografo Ben Toh e una breve intervista con lui.

Ben è nato in Malesia e vive ormai da molto tempo a Kuala Lumpur.

È un fotografo professionista che ogni giorno si diverte a passeggiare tra i vicoli della sua città per fotografare le sfaccettature della capitale, le sue diversità religiose e culturali, la sua popolazione e le sue tradizioni.

Ben si laurea presso l’istituto d’ arte della capitale e oggi, oltre alla professione di fotografo gestisce ”The refinery” un laboratorio di arte situato a Sentul, un quanrtiere di Kuala Lumpur.

La mia amicizia con Ben nasce grazie all’incontro durante uno dei suoi eventi e al suo laboratorio dove ogni tanto mi diletto anche io tra colori e pennelli.

La breve intervista e stata fatta durante uno dei nostri incontri amichevoli presso il suo laboratorio.

Continua a leggere
di
Cameron Highland

L’altopiano di Cameron Highland è situato nello stato malese del Pahang. Costituisce senza dubbio un luogo che dovete scoprire durante il vostro viaggio in Malesia, i paesaggi che offrono le piantagioni di tè sono unici e indimenticabili. Se avete tempo, la cosa migliore è soggiornarvi alcuni giorni per approfittare delle numerose attività che offre. Come sempre la sceltà dell’alloggio sarà una grande decisione, per questo vi aiutiamo con questa guida dei cinque piu bei alloggi a Cameron (budget permettendo).

Cameron Highlands Resort

Alloggio perfetto per gli amanti del lusso, il Cameron Highlands Resort è un albergo cinque stelle dalla nostalgica atmosfera britannica. Offre un grande comfort con un servizio Spa per rilassarsi dopo una lunga giornata nelle piantagioni di té. Potrete anche scegliere tra diversi ristoranti, uno offre un ambiente chic mentre l’altro propone il piatto tipico delle Cameron : lo steamboat, fonduta cinese e piatto molto conviviale. Per finire, il Cameron Highlands Resort è situato davanti ad un grande campo da golf ed in alcuni minuti potrete raggiungere la città di Tanah Rata.

Cameron Highland Cameron Highland

Arundina Cameron Highlands

Alloggio perfetto per quelli che non vogliono spendere troppo ma stare in un posto carino e rilassante. Situato a due minuti a piedi dal centro di Tanah Rata, questo bed & breakfast di dodici camere dall’ubicazione strategica ha inoltre un bel giardino con dei tavoli per gustarsi un caffé o un tè offerto dall’albergo, il tutto in pieno relax. Le camere confortevoli sono provviste di tutto il necessario e impeccabilmente pulite.. La colazione è inclusa nel prezzo.

Cameron Highland Cameron Highland

Continua a leggere
di
Ristoranti panoramici

Marini's on 57

Non si contano piu i grattacieli che ci sono a Kuala Lumpur! Il vantaggio principale è che numerosi bar e ristoranti hanno deciso di prendere posto in cima a questi edifici. Ce ne sono tantissimi nella città, al punto che a volte non sappiamo quale scegliere per una cena di qualità con una vista stupenda. Troverete in questo articolo tutti gli indirizzi dei piu bei ristoranti panoramici dove andare a Kuala Lumpur.

Atmosphere 360

Situato nella famosa KL Tower, anche conosciuta con il nome di Menara Kuala Lumpur, questo ristorante è aperto sia a pranzo che a cena. Essendo la più alta torre di Kuala Lumpur, il ristorante offre una vista unica sulle Petronas Towers, simbolo della città. La sua particolarità ? L’Atmosphere 360 è un ristorante girevole. Se all’inizio non vi rendete conto che il ristorante si sta muovendo, uno sguardo alla vista circostante sempre in movimento ve ne darà la prova. Il ristorante impiega circa un’ora per fare un giro completo e vedere Kuala Lumpur a 360 gradi.

Ristorantis panoramici Ristoranti panoramici

Marini’s on 57

Il Marini’s on 57 è un ristorante italiano situato al 57o piano della terza torre Petronas, proprio nel cuore di Kuala Lumpur. Rooftop bar, ristorante italiano e whisky lounge, il Marini’s vi sedurrà con la sua atmosfera elegante. Il bar offre una grande selezione di ottimi vini, coktails e diversi champagne. Il ristorante propone una carta con numerosi piatti italiani rivisitati. Il Marini’s on 57 si trova proprio davanti al centro commerciale delle Petronas Towers chiamato Suria KLCC, non troverete in nessun’altro luogo una vista comparabile delle torri gemelle di Kuala Lumpur.

Ristoranti panoramici Ristoranti panoramici

Continua a leggere