di
malaysia-culture

La Malesia, con il suo mix di “razze” e culture, si trova sicuramente in una situazione socio – demografica molto peculiare. 

Infatti, nel paese coesistono da più di un secolo tre maggiori etnie:

  • Malay (67,9% della popolazione);
  • Cinesi (24% della popolazione);
  • Indiani (7,2% della popolazione);

Merdeka day 2013 – Independence square Kuala Lumpur

 

I Malay sono i più antichi abitanti della regione, parlano Bahasa Melayu e sono di fede Musulmana.

Invece i cinesi e gli indiani migrarono in Malesia all’inizio del ‘500 per lavorare nelle piantagioni di gomma e nelle miniere di stagno. Infatti anche gli inglesi, che colonizzarono la Malesia per quasi 200 anni (fino al 1957), avevano capito che era più conveniente far lavorare come schiavi lavoratori provenienti da altre colonie proprio per evitare tensioni e disordini con i nativi.

Tra questi ultimi, gli Indiani sono di fede Hindu e parlano Tamil, mentre i Cinesi parlano Mandarino, Cantonese e sono in maggioranza Buddisti.

 

Hari Raya Aidil Fitri

 

Durante il periodo di colonizzazione inglese vigeva un sistema di separazione razziale, nel solco del motto “divide et impera”, mentre, dopo l’indipendenza i governanti hanno cercato di creare un senso di unità nazionale, seppur nel rispetto delle innegabili differenze esistenti.

La società attuale è figlia di questo “melting pot” infatti l’unicità e la bellezza della Malesia si trova proprio in questo.

La Malesia è l’estrema sintesi se non di tutta l’Asia, di una buona parte. Infatti possiamo trovare un tempio buddista al lato di una moschea, cibo cinese e indiano per le strade, le tre lingue con l` aggiunta dell` inglese studiate a scuola, gente variegatissima nella metropolitana, e la cosa incredibile è che tutti questi sono malesi.

Queste differenze si riflettono anche nel calendario malese, con vacanze e celebrazioni dedicate ad ogni gruppo etnico, come per esempio il Capodanno Cinese per la comunità cinese, l Awal Muhurram per la comunità islamica e il Deepavali per la comunità Hindu. La Malesia è uno dei paesi al mondo con più festività pubbliche. 

 

Deepavali o Festa delle luci
Deepavali o festa delle luci

 

Una pratica molto positiva che vige in Malesia è quella di invitare gente delle altre comunità a partecipare alla propria celebrazione religiosa in un clima di cooperazione e rispetto reciproco.

È innegabile però che questo bel panorama sia offuscato da alcune nubi, infatti i cinesi e gli indiani, che sono i gruppi minoritari, accusano spesse volte il governo di appoggiare e sostenere la comunità Malay in modo particolare e per questa ragione si dicono preoccupati. 

 

Danza del dragone / capodanno cinese a Kuala Lumpur

 

Sicuramente in Malesia molto è stato fatto per creare una società equilibrata e connessa, seppur mantenendo ciascun gruppo la propria identità; però ancora molto resta da fare. 

In conclusione, credo sia impossibile parlare della Malesia come una nazione con una cultura, una lingua ed una religione perché non esiste una sola Malesia: ce ne sono tante, molteplici, complementari e variegate, e tutte insieme creano il vero spirito dell’ identità malese.

Autore
Discussione