di

← Pagina precedente Pagina successiva →

Cosa portarsi nelle escursioni in giungla o in montagna in Malesia?

Se pensi di visitare la Malesia, potresti non voler farti mancare l’occasione di visitare una foresta primaria tropicale, fare escursioni nel Borneo, scalare il monte Kinabalu, e così via. Questo tipo di attività può richiedere qualche accorgimento in più al tuo zaino. Tanto per cominciare, se viaggi con la sola valigia, non puoi pensare di portartela tra le dipterocarpacee e le felci, mentre attraversi qualche ruscello, sali sul barchino, o ti arrampichi tra le rocce in prossimità di una cascata. Quindi al massimo portati uno zaino piccolo, magari quello che usi come bagaglio a mano o uno zainetto extra – che sia impermeabile – che tieni normalmente nella valigia principale (da lasciare in hotel quando sei fuori per trekking).

Di nuovo, non occorre che il bagaglio sia pesante – perché il caldo, l’afa e magari la pioggia ti farà affaticare e avere molti kg sulle spalle con sé può solo essere causa di problemi per te e per gli altri nel tuo gruppo. Per ripararti dalla pioggia è sufficiente un impermeabile leggero, anche monouso nella maggior parte dei casi – questi possono essere acquistati in molti grocery storesconvenience stores tipo 7/11 o equivalenti locali (equivalente delle nostre tabaccherie, grosso modo, taluni aperti anche 24h). Un ombrello può far comodo in città per ripararsi sia dal sole sia dalla pioggia, ma non è pratico in escursione. Una borraccia con acqua è molto importante (l’acqua è raramente potabile nel Sud dell’Asia – benché la disponibilità di acqua in bottiglia è normalmente ampia). Se la tua escursione è in una zona dove ci sono sanguisughe (cosa non tanto rara) per aiutarti a rimuoverle può bastare un po’ di sale o un accendino (benché non sia poi così difficile rimuoverle con le sole dita). A proposito di sanguisughe, c’è chi preferisce adottare un abbigliamento con pantaloncini corti in modo da vederle subito se salgono sulle gambe e chi invece preferisce arrotolare il pantalone in scarpe a collo alto, avendo anche dei calzettoni appositi – ma la prima soluzione è probabilmente quella più pratica e immediata.

Durante un’escursione potresti avere con sé qualche gadget elettronico, tipo tablet, smartphone, una macchina fotografica o un corredo fotografico completo (il più delle volte, quando ci sono le condizioni di vederli, gli animali selvatici sono piuttosto lontani e senza teleobiettivo o binocolo, non è facile osservarli altrimenti). Quando ci si porta gadget e apparecchiature elettroniche è bene anche avere a disposizione una dry-bag, una sacca per tenere al riparo da umidità e acqua il contenuto per non farlo bagnare – a maggior ragione se ci sono dei guadi o dei passaggi su imbarcazioni piccole tipo longboat o zattere.

Non dimenticarti infine una protezione contro zanzare e insetti in genere. Se la tua escursione in giungla comprende una o più soste notturne, di solito le strutture dove dormirai hanno zanzariere o reti contro le zanzare. Tuttavia è meglio sincerarsene in anticipo e nel caso puoi pensare di portare con te una sleeping bag e/o una zanzariera portatile di quelle che si ripiegano compatte a fagotto.

← Pagina precedente Pagina successiva →

Autore
Discussione