Fiume
con Nessun commento
Singapore

Il fiume di Singapore

Il più lungo fiume dello Stato omonimo

Il fiume Singapore corre parallelo ad Alexandra Road e si immette nel bacino idrico di Marina Bay nella parte meridionale di Singapore. È lungo solo 3.2 Km.

Fa parte ora del bacino idrico della Marina, in quanto bloccato dalla diga conosciuta come Marina Barrage. La foce originale del fiume si svuotava nello stretto di Singapore e nelle sue isole meridionali prima che avvenisse la bonifica dei terreni.

Il porto di Singapore si trova ora a ovest dell’isola, utilizzando la maggior parte della costa sud-occidentale. Mentre le navi da crociera ora attraccano al Singapore Cruise Centre di Harbour front. Pertanto, il ruolo economico del fiume di Singapore si è spostato da commerciale al turismo e all’estetica urbanistica della zona.

Dopo aver avuto gravi problemi di inquinamento è stato ripulito tra il 1977 e il 1987.

Storia

La foce del fiume Singapore era il vecchio porto di Singapore, essendo naturalmente riparata dalle isole meridionali. Storicamente, la città di Singapore inizialmente è cresciuta intorno al porto, quindi la foce del fiume era il centro del commercio e della finanza.

Un tempo, il fiume di Singapore era la linfa vitale della colonia, l’arteria commerciale e il luogo dove convivevano diverse etnie.

Alcuni dei templi, santuari e altri luoghi di culto sono testimonianza di questi tempi e si trovano ancora nelle vicinanze del fiume. Rimangono intatti ancora ponti come Anderson, Elgin e Cavenagh Bridge, il Merlion, le botteghe e i grandi alberi come Banyan e Madras Thorn.

Alcune parti di quest’area includono banchine come Clarke, Boat e Robertson Quay. Nel 1860 la banchina di Boat Quay gestiva i tre quarti del servizio di spedizione del porto. Case botteghe e magazzini fiorirono intorno alle banchine a causa della loro vicinanza ai commerci durante l’era coloniale. Attualmente ospitano vari bar, pub e ristoranti, nonché vecchi negozi.

Nel 1819, quanto Sir Stamford Raffles sbarco nel fiume di Singapore non perse tempo nel trattare commercialmente con l’allora governatore il sultano malese del Johor. Con il suo arrivo iniziarono numerosi lavori di edilizia , bonifica e potenziamento del porto. Per mancanza di conoscenza del territorio o lungimiranza, i ponti furono costruiti troppo in basso e il fiume era troppo superficiale per le esigenze che si chiedevano.

Questo fiume storico, che Raffles aveva modellato, è stato testimone del dominio britannico, dell’occupazione giapponese e ha sostenuto anni di attività economica da parte di cinesi, malesi, indiani e altre etnie. Tuttavia, con l’espansione del commercio è arrivata la congestione e l’inquinamento.

 

Segui Nico:

Ultimi post da